martedì 7 febbraio 2017

2017

Ctrl + S non funziona su carta, eppure si ha l'impressione di salvare i propri progressi o regressi che siano, con più efficienza che su digitale.
I pixel negli ultimi mesi mi hanno tenuto più compagnia della carta, ma sono comunque riuscito a mantenermi sul consumo di sketchbook amatoriali. Ovvero 1-2 sketchbook al mese. Uno sketchbook di quelli miei è anche pieno di pagine scarabocchiate e inutili, spesso disegno senza sapere anticipatamente cosa disegnerò, poi scansiono e digitalizzo ciò che mi piace . Sono solitamente di formato A4, supereconomici, fatti di carta da stampa e colla vinilica, li rilego con il supporto di mollette dei panni. Hanno ciascuno una cinquantina di pagine e dopo che li ho usati sono stropicciati e sciupacchiati.





Il natale è passato, i pandori, l'alberello, la febbre e il freddo pungente, i deliri improduttivi delle vacanze, il germoglio glaciale di fine anno. Ora piove, è tornato un umido schifoso, se ne fosse mai andato davvero, ma si presenta anche una piacevole aria preprimaverile, odori e colore delle nuvole diversi, lo sciogliersi di ciò che siamo. Voglia di cancellarsi da facebook.
Presto presto. Come i bonsai.

Il black metal intervallato dalle voci trallallà delle pubblicità di spotifaids.
Le playlist di trip hop su youtube, e vaporwave e deep bass, jungle breakbeat. Sono ormai troppi i generi musicali. Etichette utili comunque.

Ho stampato un oggetto in 3d grazie al supporto di Maurino e Chipixel qui a Poggi, una specie di "toy" che ho creato con Z-brush, partendo da una palletta duttile di poligoni virtuali, e l'utile Dynamesh a 64 bit.
Lo si può vedere qui: GIF

Emozionante vedere una stampa che non sia su foglio, realizzare un proprio disegno che non sia in due dimensioni, ma che abbia una sua profondità.
Un pò come creare gioielli, scolpire, ma più semplice, più diretto.

ok ciao.







Nessun commento:

Posta un commento